Stages di musica

Organetto – livello base

Sabato 8 giugno dalle 11:00 alle 13:00 – Simone Pistis

MAX. 10 PARTECIPANTI – PER ASSICURARSI UN POSTO COMPILARE IL FORM QUI

Uno stage per chiunque voglia approcciarsi allo strumento senza alcuna conoscenza preliminare!

Mandolino bolognese

Sabato 8 giugno dalle 14:00 alle 16:00 – Lorenzo Cuppi

Lo stage tratterà il repertorio (con la sua storia e le figure principali) di valzer, mazurche e polke, tipiche della città di Bologna e del suo circondario che si rifanno certamente al periodo ante-guerra e pre-Marcheselli ma sono stati trasmessi fino ad oggi. Possedere uno strumento ed avere qualche conoscenza pregressa dello strumento è auspicabile, ma non sarà necessario in termini assoluti.

Lorenzo Cuppi si è avvicinato al mandolino bolognese sin dall’infanzia tramite un parente acquisito, Nino Ricci, che amava farsi accompagnare alle feste familiari dal padre di Lorenzo, Bruno, chitarrista semi-professionista nelle orchestrine da ballo negli anni ‘50 e ‘60.
Ad undici anni Lorenzo ricevette in regalo dalla nonna paterna un primo mandolino. Fu però soprattutto suo padre a riprendere in mano lo strumento, suonando alcuni brani di liscio antico bolognese e altri brani melodici, specie napoletani. Lorenzo accompagnava il padre alla chitarra macinando accordi e giri armonici altrimenti desueti.
Da adolescente lasciò lo studio del mandolino, ma con l’arrivo in Inghilterra sentì il bisogno di imparare i brani di liscio bolognese di suo padre. Aveva anche ascoltato il più autorevole e ormai unico mandolinista bolognese filuzziano in attività, in arte Sisén, che aveva in repertorio alcuni brani di liscio antico.
Con questi studi, scavi nella memoria e ricerche Lorenzo ha così messo insieme un piccolo repertorio di melodie che vi proporrà nel suo stage.

Canti di lavoro con le mondine di Bentivoglio

Sabato 8 giugno dalle 14:00 alle 16:00 – Coro delle Mondine di Bentivoglio

Nato negli anni ’70, il coro delle Mondine di Bentivoglio porta avanti con passione il repertorio dei canti di lavoro che accompagnavano dalla mattina alla sera “la monda”: il lavoro nelle risaie. Lo stage sarà l’occasione per unirsi a loro nel canto, per ascoltare i racconti delle mondine che ancora oggi danno le voci al coro e conoscere il canto tipico della pianura Bolognese.

Organetto – livello medio/avanzato

Sabato 8 giugno dalle 16:00 alle 18:00 – Aurélien Claranbaux

MAX. 8 PARTECIPANTI – PER ASSICURARSI UN POSTO COMPILARE IL FORM QUI

Lo stage sarà centrato sul tocco, sul fraseggio e sulle sfumature. Sulla base di alcuni brani forniti (scottish e mazurka), vedremo come aggiungere feeling all’esecuzione, oltre ad armonia e ritmo.
I partecipanti devono saper suonare già l’organetto a un livello medio o avanzato. La capacità di suonare ad orecchio è un plus. Portate anche registratore, carta e penna!
Per suonare la mazurka ad orecchio, ecco gli accordi :
Parte A
C Em F G x4
Parte B
F G C Am Dm G C Em
F G C Am Dm G F G

Per aiutarvi a impararla, ecco a voi l’audio:

Per la scottish invece vi forniamo sia l’audio, sia lo spartito:

Organetto – livello medio/avanzato

Domenica 9 giugno dalle 10:30 alle 12:30 – Stéphane Milleret

MAX. 1O PARTECIPANTI – PER ASSICURARSI UN POSTO COMPILARE IL FORM QUI

Durante lo stage ci si concentrerà sull’accompagnamento della mano sinistra così come sulla ritmica della mano destra partendo da una melodia semplice imparata ad orecchio. Questo approccio alla tecnica strumentale si presterà all’autonomia e alla musicalità. Questo stage è rivolto a tutti coloro che abbiano già una conoscenza dello strumento e si adatta a qualunque modello di organetto.