Stages di danza

Equilibrio e baricentro, sperimentazione in contesti “insoliti”

1.FolkTrekking: Entrando a piedi in una cultura di ballo.

Venerdì 7 giugno dalle 10 alle 12.30

Il movimento si concepisce in relazione allo spazio e ad esso è fortemente legato. Un territorio, nella sua morfologia, è uno degli elementi su cui si modella la cultura di un luogo; il modo di usare il corpo in una cultura è quindi legato anche alla morfologia territoriale su cui essa si sviluppa. Il ballo, che è espressione di una cultura, è legato quindi anche a una morfologia territoriale. Da qui un trekking per esplorare un territorio, uno stage di danza per sperimentare l’uso del corpo in un contesto territoriale rurale originale: utile per ogni tipo di ballerino di qualsiasi livello!

Informazioni utili
Attività gratuita.
Ritrovo: alle ore 09:45 nella piazzetta del Circolo ARCI San Lazzaro per organizzarsi con le macchine OPPURE alle ore 10:10 al parcheggio La Palazza (Via Benassi Renato Ponticella 77, 40068 San Lazzaro di Savena BO): si raggiunge in 10 min. di auto dalla sede del festival o in 1 ora a piedi!

2. Atmosfere Neotrad sperimentali… in grotta

Venerdì 7 giugno dalle 12.30 alle 16.30

In grotta vi è la TOTALE assenza di luce. E’ uno dei pochi luoghi dell’universo in cui questo fenomeno si verifica. Nemmeno nello spazio siderale vi è il buio assoluto. E ballare nel buio assoluto? Neanche nelle più sconsiderate fantasie avanguardiste di un “mazurkaro” da struscio. E che dire poi dell’uso del baricentro dove i punti di appoggio ci obbligano a usare tutto il corpo, stando a carponi o sdraiati, perché stare in piedi non è possibile? Ludibrio per ogni mescolatore di “contact impro”, “folkcontact”, o altre commistioni eccentriche! Ebbene, in questo stage faremo tutto questo! Mantenendo un lavoro costante sulla relazione tra morfologia territoriale, gestione del corpo e baricentro, per acquisire spunti e suggestioni, affronteremo l’esplorazione ipogea di una grotta complessa. Uno stage di ballo dove fino a ora nessuno era mai arrivato (forse per fortuna… ma lo scopriremo solo alla fine!). Nell’avanguardia della sperimentazione, ci sporcheremo di fango nel peggiore dei modi!

Informazioni utili
Lo stage sarà effettuato con una partecipazione minima di 10 persone!
Contributo economico (accesso alla grotta+dotazione del caschetto di sicurezza con illuminazione): 10€
Ritrovo: alle ore 12:30 al parcheggio La Palazza (Via Benassi Renato Ponticella 77, 40068 San Lazzaro di Savena BO): si raggiunge in 10 min. di auto dalla sede del festival o in 1 ora a piedi!
Equipaggiamento: indossare abiti adatti a una temperatura di 10 – 12° (compresi pantaloni lunghi), che possano sporcarsi di fango, stivali di gomma o scarponcini; consigliamo anche abiti di ricambio.

NB Non aspettatevi passerelle e illuminazioni artificiali: la grotta della Spipola è un’AVVENTURA! E’ una visita speleologica che prevede l’uso di caschetti di sicurezza e un buon contatto fisico con roccia e fango.