La Nottola Aps-Asd

La Nottola Aps-Asd è un’associazione Non Profit che persegue finalità di promozione sociale attraverso la tutela e valorizzazione del patrimonio ambientale e naturale.
Organizza e promuove attività sportive in Natura, si occupa di educazione ambientale per le scuole e di ricerche scientifiche in ambito naturalistico. Ha inoltre finalità di cooperazione e solidarietà internazionale, promuove e valorizza i principi del pluralismo e dell’incontro tra culture, la solidarietà tra i popoli e lo sviluppo di un turismo responsabile, consapevole e rispettoso dell’ambiente e dell’uomo. Promuove infine la valorizzazione delle eredità sostenibili del mondo rurale, tecniche e arti come il ballo o l’intreccio.
Costituita nel 2012, La Nottola Aps-Asd è fin da subito coinvolta in progetti naturalistici e speleologici in Bosnia Erzegovina, fa parte della Consulta dell’Escursionismo di Bologna e organizza diverse attività outdoor in Regione Emilia Romagna, ma anche sul territorio nazionale e oltre confine.
 
La Nottola Aps-Asd gestisce il Museo Naturalistico, il Museo Multimediale, il Centro Visite e il Giardino Botanico della Riserva Naturale e Grotte di Onferno (RN) SIC IT4090001; supporta attività di promozione e avviamento alla speleologia nel Parco della Vena del Gesso Romagnola (RA); organizza annualmente sul Monte del Corno alle Scale (BO) un coinvolgente e selvaggio evento, la Mc Candless Cup.
 
Per il Reno Folk Festival si occupa della promozione tramite il presidio in piazza Verdi attraverso il percorso Ballo al Centro, organizza e gestisce i trekking e la visita speleologica presso la Grotta della Spipola.
Tel. +39 3472962427 – mail: la@nottola.org  – web: www.nottola.org
Grotte di Onferno (Gemmano, RN) – tel. 389 199 1683 – www.onferno.it
Grotta del Re Tiberio (Riolo Terme, RA) – tel. 389 031 2110 – www.retiberio.it
Mc Candless Cup (Corno alle Scale, BO) – www.mccandlesscup.it

ARCI San Lazzaro di Savena

Il Circolo ARCI San Lazzaro nacque dall’idea di un gruppo di cittadini sanlazzaresi nel 1977: fondato in un vecchio fienile ristrutturato grazie a migliaia di ore di volontariato, risiede oggi in una struttura modernamente attrezzata dove il wi-fi gratis per tutti i Soci convive serenamente con il gioco della briscola.

Promuove cultura e accoglie migliaia di persone con la passione per il ballo di qualsiasi genere; organizza tornei regionali e nazionali di bocce e di biliardo, ospitando anche musicisti di fama mondiale durante la rassegna annuale di musica jazz; promuove l’incontro quotidiano tra generazioni di Soci nei locali del Circolo con il bar annesso: è stato avviato un servizio di tavola calda nel quale i Soci Collaboratori e i dipendenti preparano piatti della cucina tradizionale.

La collaborazione tra il Reno Folk Festival e l’ARCI San Lazzaro:

Per maggiori informazioni visitate il sito: Arci San Lazzaro

Polisportiva Giovanni Masi

E’ un’associazione sportiva dilettantistica che opera, da oltre 50 anni, sul territorio di Casalecchio di Reno (BO).

Nata da un’idea di Giovanni Masi, la Polisportiva è cresciuta promuovendo sport ed educazione motoria come mezzi per contribuire alla crescita della città e dei suoi abitanti.

I suoi membri da sempre rispondono concretamente alla necessità di fare pratica sportiva e motoria in modo qualificato, in un clima sereno, stimolante, capace di sviluppare aggregazione e ricco di proposte culturali. Non solo: s’impegnano seriamente per limitare situazioni di disagio e per favorire condizioni di aggregazione, senza alcuna distinzione di sesso, religione, colore della pelle e credo politico.
Con orgoglio guardano oggi ai loro 8000 soci, alle decine di corsi sportivi e di benessere, ai ragazzi e ragazze impegnati nelle numerose squadre agonistiche, alle attività per l’integrazione, agli stage formativi, alla gestione di piscine e palestre del territorio, ai servizi integrativi scolastici e a tanto altro ancora. Un vero e proprio “universo Masi” nel quale entusiasmo e passione guidano scelte e azioni concrete.

Giovanni Masi diceva: “Facciamo sì che tutti i ragazzi possano esprimere liberamente quello che il loro corpo vorrebbe dare”. E le proposte della Polisportiva parlano più di mille parole:  oltre 30 discipline, sportive e ricreative, corsi, attività, eventi e tanto impegno sociale.

Giovani Danzatori Bolognesi

Giovani Danzatori BolognesiIl nome che ci siamo dati, Giovani Danzatori Bolognesi, ci definisce in modo già molto eloquente. Siamo un gruppo informale di persone che condividono come strumento relazionale e sociale la danza popolare. L’aggettivo “giovani” non si riferisce a un mero dato anagrafico, ma all’energia, all’apertura mentale e alla volontà ideale di migliorare il mondo.

Da cinque anni teniamo regolarmente un corso settimanale a partecipazione libera e gratuita che ha dimostrato di rispondere ad un vero e proprio bisogno sociale: uno spazio di aggregazione aperto e adatto a tutti, in continuità con antiche tradizioni popolari che oggi sopravviverebbero soltanto nella ristretta cerchia degli appassionati, poiché sostituite dalle mode e dalle pratiche sempre più massificanti dell’industria culturale globalizzata. Agli individui ridotti a massa restituiamo, attraverso lo strumento del ballo popolare, la possibilità di essere popolo.

Ci troviamo spesso a ballare nelle piazze organizzando eventi spontanei con l’intento ulteriore di dare nuova vita agli spazi urbani, solitamente poco valorizzati e poveri di relazioni sociali autentiche, attraversati ma non vissuti.
Il nucleo decisionale del gruppo conta circa una trentina di persone, supportate operativamente da altre 70; su Facebook le nostre attività sono seguite da oltre 4.000 simpatizzanti. Il nostro operato non ha alcun ritorno economico: la motivazione che ci anima consiste nella profonda passione che lega tutti noi alla danza popolare e nel proposito di riportarla a modalità abituale di stare assieme e far festa in modo sociale e integrante.

Siamo tutti volontari.

Gruppo Facebook: Giovani Danzatori Bolognesi

Foto di Diego Billi e Simone Cannova (Produzioni Clandestine)